Lunedì, 10 Luglio 2017 22:27

“Tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola” In evidenza

Vota questo articolo
(1 Vota)

Progettazione e realizzazione di sistemi di rintracciabilità di filiera certificati ai sensi della norma UNI EN ISO 22005:08 e conformi al Reg. (CE) 178/2002.

L’APO ha ampliato l’attività di introduzione e applicazione del sistema di rintracciabilità realizzato nella precedente annualità e già certificato ai sensi della norma UNI ISO 22005/08, coinvolgendo nuovi frantoi e assicurando il mantenimento delle filiere già certificate.
Per la realizzazione delle attività sono stati coinvolti tre tecnici e il coordinatore che hanno provveduto attraverso azioni di divulgazione e assistenza tecnica a realizzare le attività previste dal programma.
Le attività di assistenza realizzate dai tecnici incaricati sono state:
sensibilizzazione dei produttori sui sistemi di rintracciabilità nella filiera olivicola-olearia;
introduzione e l’applicazione del manuale della rintracciabilità di filiera all’interno delle nuove Organizzazioni interessate (frantoio, aziende agricole, confezionatore).
predisposizione e compilazione della documentazione cartacea nei frantoi e nelle aziende agricole necessaria per la certificazione delle filiere ai sensi della norma UNI ISO 22005:08;
I tecnici di APO hanno quindi provveduto a caricare sul sistema informativo tutte le informazioni della tracciabilità rilevate nelle aziende agricole e nei frantoi.
L’ente di certificazione CSQA dopo aver effettuato le verifiche ispettive che si sono svolte il 20 e il 21 Marzo 2017 ha provveduto a rilasciare la certificazione ai sensi della norma UNI EN ISO 22005:08 “Rintracciabilità di filiera”.
Per la corretta gestione delle partite di olio extravergine tracciato, si è provveduto ad acquistare e ad assegnare in comodato d’uso ai frantoi coinvolti N. 1 silos da 38 qli, N. 5 da 30 Q.li, N. 1 filtro, N. 1 riempipesalattine, N. 2 OxiTester.

Per la seconda annualità del Reg Ue 611-615/14 hanno aderito all’azione 5 a tre frantoi e n° 40 aziende:
Due frantoi sono stati riconfermati dall’anno scorso (Palombari e Bianco) mentre nella seconda annualità ha aderito un nuovo frantoio (Diana) sostituendo l’Oleificio Le Vigne che per questa seconda annualità non ha aderito al programma.

Scarica l'elenco delle aziende per frantoio

Letto 568 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Aprile 2020 09:54